Scuola di counseling centrato sulla vita

Data di inizio nuovo corso : 12 novembre 2022

On-line ed in presenza

Richiedi il tuo colloquio di ammissione a info@diveniamoci.it

Per te che sei una persona intuitiva, sensibile, possiedi creatività e gusto per la ricerca interiore:

Immagina di appartenere ad un cerchio in cui ricreare il bonding con la vita grazie al quale affermare Io ci sono, Io esisto! In cui imparare a fidarti della vita, onorare i momenti di passaggio e i rituali che l’accompagnano come parte integrante della vita, attraversare consapevolmente il tempo ciclico e trasformativo (Vita-Morte-Rinascita), affermare il fondamentale diritto al piacere e alla gioia, diventare un Leader del cambiamento

ISCRIVITI ALLA SCUOLA DI COUNSELING CENTRATO SULLA VITA E DIVENTA FORTE, CREATIVO E IMPREVEDIBILE COME LA VITA!

Quando le persone ti scelgono per raccontarti le loro cose più intime, anche se non li conosci.

Se sei in un momento della tua vita in cui desideri che qualcosa cambi

Il counseling potrebbe essere la professione che fa per te!

Una professione in cui aiuti gli altri ad aiutarsi in modo non direttivo e senza gerarchie

Un lavoro che è anche una ricerca interiore che non ha mai fine

IL TUO VIAGGIO DI TRASFORMAZIONE

Il percorso del divenire, come si articola nei tre anni

Divenire in nero – primo anno

Il primo anno lavoreremo sui Mr Hyde ed i Frankenstein della tua vita, le tue ferite infantili, quello che hai chiuso in cantina.

E’ l’incontro con le tue paure, il limite, il mostruoso e l’ombra, quello che non ti permetti, il rapporto con “gli amati mostri”, ovvero i genitori e la famiglia d’origine.
Quello che spesso seppellisci nella terra oscura lo nutriremo di una luce delicata e tenera, fatta di consapevolezza e amore perchè possa germogliare, crescere e fiorire in azioni creative.

Nel lavoro di individuazione alchemica, è il divenire in nero.

Divenire in bianco – secondo anno

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è bambu-600x400.jpg

Il secondo anno sarà come fare le pulizie in casa, pulire le ossa, lasciare andare quello che non ti appartiene, lasciare opinioni e convinzioni, bollire nel calderone della strega e rimestarvi dentro per creare la tua speciale ed unica pozione magica. Il rimedio miracoloso che aiuta a prendere le distanze dal male e incontrare i Maestri interiori.

Per alleggerire il cuore,
prendere atto ed accettare.
Una tavolozza vuota per permetterti di essere, purificarsi, dipingere il nulla.

E’ il divenire in bianco.

.

Divenire in rosso – terzo anno

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è eruzione-1-650x438.jpg

Il terzo anno avrà Eros come Guida. Immagina di fare spazio all’Amore, in te, per te, per gli altri. Il calderone della strega è pronto per strabordare, il vulcano per eruttare il suo magma incandescente.

Per essere pronti a dare quello che abbiamo ricevuto.

E’ il divenire in rosso.

Il percorso del divenire è un viaggio multisensoriale alla ricerca della nostra identità più profonda.

Per rispettare e onorare la Vita

Per imparare ad amare per prima

Emanuela Geraci

Richiedi il tuo colloquio di ammissione a info@diveniamoci.it

Cos’è il counseling centrato sulla vita

  • E’ un metodo per imparare dalla vita, per ampliare i propri orizzonti, oltre pregiudizi e preconcetti, per diventare i migliori insegnanti di noi stessi.
  • E’ una ricerca volta a trovare ed integrare le dimensioni non egocentriche nella vita di tutti i giorni, un seguire quello che la vita vuole insegnarci, ed allo stesso tempo ha a cuore il raggiungimento degli obiettivi individuali e la realizzazione personale. Ha rispetto per il mistero e per ciò che nella vita ci sorprende, per quello che scombina i nostri piani, e che ci  ricorda che possiamo davvero prenderci cura di noi stessi quando siamo presenti, permettendo ed accettando tutto quello che siamo.
  • E’ una pratica che ci permette di integrare il piano fisico, mentale, spirituale.
  • E’ un approccio rivoluzionario ed antico allo stesso tempo perché centrato su quello che non sappiamo, su tutto quello che va oltre le forme e le strutture; accomuna in una stessa ricerca docenti ed allievi, per liberare le forme del vivere e permetterci  di portare la nostra verità al mondo.

Cosa offre la Scuola di counseling centrato sulla vita

  • Un percorso di trasformazione
  • Una formazione professionale
  • Una pratica che è sia una professione che una forma di ricerca

Quali sono i punti di forza della Scuola di counseling centrato sulla vita:

  • La possibilità per gli allievi di partecipare alla creazione di un metodo originale, di fare ricerca, di “imparare facendo” (learning by doing) e di “imparare insegnando” (learning by teaching). Daremo inoltre risalto ad una semplice  pratica quotidiana per poter imparare dalla migliore delle maestre, la vita.
  • L’approccio comparato ed integrato, che ci permette di utilizzare metodologie e pratiche diverse e di integrarle tra di loro. Ciascuna delle discipline proposte prevede già al suo interno una forma di integrazione tra corpo, mente, cuore.
  • Il riconoscimento degli aspetti rituali della vita. Il counseling centrato sulla vita riconosce come aspetti fondamentali del vivere i momenti di passaggio, sia quelli fisiologici, sia i passaggi identitari e sociali. Sono momenti liminari che sprigionano poteri e possibilità speciali. Tra questi la nascita, l’adolescenza, il confronto con la sessualità e con l’appartenenza di genere, il diventare genitori, il diventare coppia, lo scegliere il lavoro che amiamo e i cambiamenti lavorativi, la menopausa e il confronto con la vecchiaia e con la morte, senza dimenticare la relazione con l’autorità interiore ed esteriore e la scoperta della spiritualità.  A questi momenti verrà dedicata una speciale attenzione attraverso percorsi di counseling rituale (becomingway) co-creati collettivamente.
  • L’amore per l’arte. Vogliamo dare rilievo e spazio all’arte ed all’arteterapia in tutte le sue forme, scrittura, pittura, teatro, musica etc., affinchè sia possibile una narrazione autobiografica attraverso il mezzo artistico preferito dall’allievo/a, che porti dall’arte alla vita e dalla vita all’arte, riconoscendo nella creazione della vita di ciascuno la più bella delle opere d’arte.
  • La passione per le trasformazioni alchemiche. L’approccio centrato sulla vita integra il sapere alchemico del divenire. Ad ogni anno scolastico, dei tre previsti, è attribuito un colore, una pratica alchemica ed uno scopo.
  • La ricerca fenomenologica: nella nostra scuola è in continuo divenire, parte da quello che c’è nel momento presente per orientarsi sulle esigenze, sul sapere, sul sentire degli allievi.
  • Mettere la relazione al centro. Il counseling relazionale è uno dei nostri principali centri di ispirazione. Faremo ricerca sulla relazione con l’altro, con la famiglia d’appartenenza, con l’ambiente lavorativo, nelle relazioni amorose, con il potere e con la natura intesa come sé profondo e come ambiente di vita.

Il counseling e’ una attività professionale ai sensi della legge n° 4 del 14 gennaio 2013

Argomenti trattati durante il corso

  • Storia del counseling
  • Fondamenti e tecniche di counseling
  • Comunicazione, scelte, cambiamenti
  • Scienze umane applicate
  • Le professioni della relazione d’aiuto
  • Etica e deontologia
  • Promozione della professione
  • Gestalt Counseling
  • Yoga
  • Meditazione
  • Arteterapia
  • Musicoterapia
  • Counseling filosofico e antropologico
  • Nature counseling
  • Counseling perinatale
  • Counseling relazionale
  • Becomingway – counseling rituale
  • Il counseling centrato sulla vita
  • Tecniche autobiografiche
  • Tantra

I moduli

Il monte ore complessivo, suddiviso nei tre anni del corso, è di 900 ore di cui 384 ore d’aula on line  e 120 ore in presenza, delle quali 306 ore teorico esperienziali e 150 di lavoro personale di gruppo, alle quali si dovranno aggiungere 150 ore di tirocinio autogestito da completare entro il terzo anno, 12 ore minimo di percorso personale in counseling (quest’ultimo escluso dal costo della formazione, da pagare direttamente al vostro counselor). Un wkd lungo, ogni anno, verrà svolto in presenza in Toscana, nel rispetto delle norme sanitarie vigenti.

(Ovvero ci saranno 8 wkd on line ed un wkd lungo in presenza ogni anno per i tre anni)

A questo vanno aggiunte 84 ore di lavoro personale per tesine, presentazione portfolio, elaborati artistici, intervisione, esercitazioni di gruppo autogestite da distribuire nel triennio.

Le restanti 150 ore saranno dedicate alla supervisione di gruppo con un incontro di 5 ore al mese per dieci mesi nei tre anni.

Costi

1800 euro incluso iva annuali per i tre anni previsti per la formazione: 8 wkd on line più un wkd lungo di tre giorni in presenza in un Agriturismo in Toscana (due notti – il costo del pernottamento e del vitto è aggiuntivo, a carico degli allievi e verrà corrisposto direttamente alla struttura. Il lavoro si svolgerà all’aperto e in natura.)

Va inoltre considerato il costo del percorso di counseling (50 euro iva inclusa ad incontro), di minimo 12 incontri da completarsi nei tre anni.

E’ richiesto per ogni anno di corso il pagamento di almeno il 50% del costo al momento dell’iscrizione (900 euro) e successivamente di versare le tre rate successive (di 300 euro ciascuna) entro la fine del primo anno.

In casi particolari è possibile rateizzare, chiedi un piano personalizzato in Segreteria: info@diveniamoci.it

Valutazione

Alla fine del primo e del secondo anno è prevista la presentazione di un elaborato personale sul lavoro svolto.

Alla fine del terzo anno è prevista la discussione di una tesina scritta e un colloquio.

Superata la prova finale l’allievo potrà richiedere l’iscrizione all’Associazione Counselor professionisti www.asscouns.it

Le assenze non potranno superare il 20% delle ore previste.

Metodologia

L’approccio metodologico comprende: lezioni frontali, lavori di gruppo, esperienziali, simulate, role playing, intervisioni ed esercitazioni di gruppo autogestite.

Calendario date 2022-2023

12-13 novembre 2022

10-11 dicembre 2022

14-15 gennaio 2023

11-12 febbraio 2023

11-12 marzo 2023

15-16 aprile 2023

13-14 maggio 2023

9-10-11 giugno 2023

16-17 settembre 2023

A chi si rivolge

A chi possiede un talento naturale nel prendersi cura, ascoltare, aiutare.

Il corso è rivolto a diplomati e laureati interessati a conseguire il diploma di counselor.

A professionisti dell’ambito: sociale, educativo, scolastico, aziendale, giuridico, sanitario, interculturale, benessere, chi lavora a contatto con il pubblico, laureati e laureandi in scienze umanistiche, motivati e interessati ad acquisire abilità relazionali da utilizzare nella propria professione.

A chi desidera intraprendere un percorso di crescita personale e di sviluppo delle proprie risorse e potenzialità.

A multipotenziali ed artisti che desiderino portare ad un nuovo livello professionale le loro competenze.

Iscrizione al corso

Ai fini dell’iscrizione, è necessario inviare un proprio curriculum vitae e sostenere un colloquio conoscitivo. Puoi richiedere il colloquio chiamando il numero 3391584981 o scrivendo a info@diveniamoci.it

Requisiti richiesti e criteri di selezione per l’ammissione al triennio

a) L’aspirante allievo/a deve essere maggiorenne.

b) Per l’iscrizione, successiva al triennio, ad una associazione professionale, sarà necessario un titolo di studio dipendente dai regolamenti dell’associazione scelta (diploma o laurea).

Nella scelta dei candidati viene data attenzione all’iter formativo e professionale, alla motivazione ed orientamento al corso e, in generale, a quanto emerge dal colloquio conoscitivo.

La figura del counselor

Il professionista formato ad esercitare la professione del counseling è chiamato “Counselor” (talvolta “Counsellor”). Il counselor è il professionista che mediante ascolto, sostegno ed orientamento, migliora le relazioni interpersonali (la relazione di ogni persona con se stessa), ed extra-personali (le relazioni nella coppia, nella famiglia, nei gruppi, nelle formazioni sociali e nelle istituzioni).

Il Counseling è una relazione d’aiuto che muove dall’analisi dei problemi del cliente, si propone di costruire una nuova visione di tali problemi e di attuare un piano di azione per realizzare le finalità desiderate dal cliente (prendere decisioni, migliorare relazioni, sviluppare la consapevolezza, gestire emozioni e sentimenti, superare conflitti).

Il Counseling non è una professione sanitaria.

Possibilità di lavoro

Ambito privato: il Counselor, dopo la necessaria formazione professionale e l’organizzazione legale e fiscale, può esercitare la libera professione e rivolgersi ad una clientela privata.

Ambito scolastico: il professionista di Counseling può proporsi, con progetti ad hoc, alle direzioni didattiche delle scuole ministeriali di vario grado. I progetti posso essere strutturati su bisogni specifici, secondo le competenze di base del Counselor, dei bambini, o degli adolescenti, o dei giovani, o dei genitori e delle famiglie, o degli insegnanti.

Molte università italiane da alcuni anni hanno realizzato  “sportelli di Counseling” per sostenere gli studenti nelle difficoltà di studio. A Napoli e Salerno sono anche stati aperti centri universitari di Counseling per studenti disabili.

La possibilità di proporre progetti mirati a diverse fasce d’utenza, a bisogni specifici, su tematiche significative del settore, è l’approccio da considerarsi valido anche per gli ambiti, sanitario, sociale, aziendale, carcerario, sportivo.

Un’altra importante area di sviluppo del Counseling è legata ad un particolare aspetto della realtà sociale italiana attuale, quella dell’integrazione di nuove culture.

Docenti

Emanuela e Giuseppe


(ovvero Emanuela Geraci e Giuseppe Garosi)
Ci piace creare mondi, amarci e godere di quello che abbiamo. Insieme dal 2003, ci abbiamo preso gusto a lavorare su noi stessi e come coppia. Dopo avere vissuto un’importante crisi, ci siamo tuffati nei nostri pozzi più profondi per catturare la stella del nostro divenire.


Emanuela Geraci

Nata a Napoli nel 1972, e residente in un mulino sul Monte Serra vicino Pisa. Sono cresciuta a Palermo con brevi trasferimenti a New York e Brisbane. Dopo la laurea in Storia, mi sono diplomata in counseling nel gennaio 2004 presso la S.P.C. scuola psicoterapia comparata dove ho poi seguito la specializzazione come auditrice. Ho sperimentato percorsi personali e formativi di psicoterapia psicoanalitica, ipnosi ericksoniana, gestalt, biotransenergetica, costellazioni familiari, rebirthing, biodanza e tantra.
Pratico la meditazione sumarah (in indonesiano vuol dire “Abbandono”) dal 2009.
Amo raccontare storie ed esprimermi attraverso l’arte in tutti i modi possibili.
Ho pubblicato una raccolta di favole “Le favole dei nove mesi” con Il mio libro nel 2012 ed un romanzo “La vita dei non nati” con Carmignani editrice nel 2017 .
Ho un figlio, un nipote  e non ho un gatto, però quando ne incontro uno so che mi capisce.
Dopo essermi occupata per molti anni di maternità e avere fondato la Scuola delle doule nel 2007 e l’Associazione professionale Mondo doula nel 2017 credo che la Scuola di counseling centrato sulla vita sia una nuova occasione per creare un mondo nuovo.

Giuseppe Garosi

Nato a Piombino nel 1957 e residente in un mulino sul Monte Serra vicino Pisa. Dopo una vita passata da tecnico approdo finalmente al counseling.

Mi diplomo come counselor ad orientamento gestaltico con Mille e una meta e successivamente prendo un secondo diploma come counselor relazionale con l’Istituto Maithuna.

Dopo aver aiutato comincio ad aiutare ad aiutarsi… quale sarà la prossima tappa?

Mi percepisco come un’anima in cammino e posso accogliere le tue paturnie con cognizione di causa.

Amo la ricerca, e bramo e temo il giorno in cui troverò le risposte.

Posso aiutarti a guardare i tuoi desideri inespressi, i tuoi lati oscuri, quello che quando volti la testa sfugge, ma sai che c’è… ad accettare la tua essenza, a conviverci, a trasformarti insieme ad essa fino a trovare ciò che sei veramente.

Monica Laura Smith

Counselor Olistico Trainer

Direttrice didattica di Hamsa Integral Academy. 

Introduzione al metodo Integrale Wilberiano applicato al Counseling

La Metodologia Trasformativa Integrale, M.E.T.IS., postula come ognun* di noi viva centro di quattro dimensioni primarie: la mente, il corpo, le relazioni, l’ambiente. Nessuna di queste prospettive può essere esclusa, nessuna è più importante di un’altra, sono tutte collegate e interdipendenti.

Prendere coscienza di questo fatto, facilmente verificabile in prima persona, ci permette affrontare la complessità della realtà, evitando facili assolutismi e riduzionismi che frammentando e separando portano ai conflitti e alle polarizzazioni che viviamo quotidianamente, dentro e fuori di noi.

Molte delle nostre difficoltà nascono infatti dalla tendenza personale, ma anche culturale, a trascurare o negare l’importanza di una o più di queste dimensioni del nostro essere nel mondo.

Il percorso consiste in quattro parti: un’introduzione generale alla teoria integrale alla base di METIS, un approfondimento delle quattro dimensioni primarie, un lavoro esperienziale  sull’interazione delle quattro dimensioni e per finire un laboratorio applicativo di quanto appreso ad esempi reali in sede di Counseling.

Lucia Murri

Insegnante di Yoga di formazione trentennale e Gestalt Counselor professionista. Ha creato nella sua pratica una sintesi personale di counseling e yoga. L’esperienza di Hatha Yoga proposta si basa sull’ascolto profondo e raffinato delle diverse sfaccettature della corporeità, su di una maggiore consapevolezza del respiro, sul risveglio della colonna vertebrale, su un rilassamento costruttivo. In una sensibilità disponibile a stare col proprio corpo per come è realmente e non per come dovrebbe essere, si aprono le porte all’autenticità e si è più presenti anche ai movimenti mentali ed emotivi. È in questa Presenza che passiamo dalla mera esecuzione tecnica di posizioni e respirazioni (asana e pranayama) al vivere un’esperienza che ci porta a migliorare il rapporto con noi stessi.

Per la Scuola di counseling centrato sulla vita si occuperà di Yoga e counseling.

Donatella Messina

Sono nata a Livorno il 4/2/1963 e sono residente a Vecchiano in provincia di Pisa.

Mi sono formata alla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (LUA) nel 2001 e sono diventata esperta in Metodologie autobiografiche in attività di cura, in pratiche biografiche territoriali e in scrittura auto-analitica. Sono docente e coordinatrice del Corso Gràphein e Vice Presidente della Lua.

Ho scritto il libro ‘A scuola di autobiografia’ con Ludovica Danieli, edito da Mimesis.

Sono membro del Comitato editoriale della rivista Autobiografie Ricerche, pratiche, esperienze di cui è appena uscito il 2° numero.

Ho realizzato numerosi progetti con la metodologia autobiografica per privati e istituzioni.

Per la Scuola di counseling centrato sulla vita si occuperà di Autobiografia e counseling

Micol Perfigli

Sono nata in Liguria, ma mi sono formata in Toscana: la Laurea all’Università di Pisa e poi
all’Università di Siena il Dottorato che si è concluso con un soggiorno a Parigi presso
l’allora Centre Louis Gernet, oggi ANHIMA, uno dei più importanti centri di ricerca di
Antropologia del mondo antico.
Ho studiato Counseling presso la S.P:C:, scuola di psicoterapia comparata di Genova.
Ho lavorato a lungo come formatore per aziende pubbliche e private sui temi del
benessere personale e lavorativo; la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro e la
comunicazione efficace ed assertiva.
Collaboro con l’Università come studiosa indipendente di Antropologia e di Storia delle
Religioni del Mondo Classico. Ultima esperienza è la collaborazione francese con l’ École
Pratique des Hautes Ètudes.
Sono docente di Filosofia e Scienze Umane al Liceo.
La mia ricerca scientifica è documentata alla pagina
https://independent.academia.edu/MicolPerfigli in cui sono indicate le principali pubblicazioni

Ci chiamiamo Lila e Prem , siamo sposati e insieme da oltre 15 anni.

Prem – Antonio Buccino – nato a Milano nel 1967, oggi vivo a Bari.
Lavoro come imprenditore e general manager per circa 30 anni nella mia azienda nel settore automotive. Nel 2005 inizio il mio percorso di crescita e sviluppo personale in India presso l’ashram di Osho, frequentando i corsi della Humaniversity.
Oggi sono un counselor professionista e dottore in scienze e tecniche psicologiche.

Lila – Yayi – nata a L’Havana Cuba, mi formo come ballerina professionista di danza folklorica cubana nel mio paese natale, ho lavorato per molti anni come ballerina in diverse trasmissioni televisive RAI.
Nel 2005 il mio primo viaggio in India e i primi workshops presso la Humaniversity di Poona.

Oggi sono counselor professionista e leader di Yoga della risata.

Lila e Prem insieme

Già prima di conoscerci, entrambi avevamo iniziato un nostro percorso individuale di ricerca e crescita interiore, che poi abbiamo continuato a condividere insieme lungo tutti questi  anni.
Il nostro obiettivo all’inizio era migliorarci ed evolverci come essere umani, poi è stato quello di rafforzare e migliorare il nostro rapporto di coppia, obiettivo che siamo riusciti a raggiungere e su cui lavoriamo costantemente.
Questo interesse comune ci ha portato a viaggiare in molti paesi nel mondo e incontrare maestri e insegnanti di varie discipline nella via spirituale e della crescita individuale.
Dai ritiri con le piante sacre psicoattive del Sud America, alla via del cuore del misticismo Sufi, ai rituali sciamanici della tradizione Lakota dei nativi americani, il Reiki, le meditazioni dinamiche di Osho e il Tantra.
Abbiamo appreso molti strumenti e insegnamenti che utilizziamo nella nostra vita quotidiana e che vogliamo condividere con te per aiutarti nei tuoi momenti di difficoltà e per esprimere la tua vera natura, il tuo potenziale e realizzare la tua missione di vita, ciò che tu desideri essere veramente.

Annamaria Ricci

Donna, Madre di due ragazze, Career Counselor e Trainer. 

Ho studiato Counseling nella relazione d’aiuto presso la Scuola di Psicoterapia Comparata e Respiro Circolare Consapevole presso la scuola Sfere. Oltre alla formazione professionale lavoro su di me fin dal 1996 attraverso percorsi di crescita personale con psicologhe, psicoterapeute, counselor, rebirther. Pratico la meditazione.

Amo trasferire le mie competenze e fare anche tesoro delle esperienze di vita: demansionamento, mobbing, ricominciare, reinventarsi, rinascere.

Ho insegnato in aziende di varie dimensioni, dal laboratorio artigianale alla multinazionale, nonchè in agenzie formative.

La scrittura è una mia grande passione, nel 2018 ho pubblicato il mio primo libro dal titolo “Cicatrici – 101 poesie non convenzionali di crescita personale”.

Per la Scuola di counseling centrato sulla vita si occuperà di Career counseling “Condividi la tua luce nel mondo: la promozione della professione”

Eugenio Sanna

Eugenio Sanna, è attivo come musicista e come musicoterapeuta e in quest’ultimo senso si forma a partire dagli anni ’83, con lo storico G.T.M. (Gruppo Toscano di Musicoterapia) in seno al quale sviluppa una intensa attività attraverso conferenze, dibattiti, insieme anche a Guido Bresaola, Gilberto Briani, Graziano Parrini, Flora Gagliardi, Mario Piatti. In questi anni lavora a Prato, Pistoia, Lucca e Livorno. Come già nella musica, porta avanti un discorso legato alla pratica improvvisativa per la quale conduce laboratori, incontri didattici in ambito scolastico e non. A partire dal ’96, collabora a Pisa per tre anni, con il centro diurno per disabili, G.Berti- L’Orizzonte. Dall’autunno del 2001, fino al 2017 ha condotto due laboratori settimanali con una associazione di riabilitazione psicosociale di Pisa. E’ inoltre formatore in arte-terapia e musicoterapia e ha collaborato dal 1996 fino al 2007, con la Casa Circondariale G.Don Bosco di Pisa. Ha condotto delle formazioni con: Il CESVOT; con il corso di diploma universitario in Tecnico dell’Educazione e della Riabilitazione Psichiatrica e Psicosociale; con la Clinica Psichiatrica dell’università di Pisa; con il corso di formazione triennale in musicoterapia dell’Enaip e Regione Toscana; con la Performat di Navacchio, in collaborazione con l’Istituto di Psicoterapia Transazionale. Nel 2007 partecipa come relatore per la sezione “Musicoterapia nel disagio psicofisico” al convegno “Musicoterapia per il territorio: basi scientifiche per l’esperienza. Nel 2009, consegue il titolo di counsellor con la S.P.C. (Scuola di Psicoterapia Comparata). Nell’ultimo periodo dal 2015 al 2017 ha seguito i seminari, “La Teoria per la Clinica Junghiana e i “Teatri dell’Anima, indetti dall’AIRP (Associazione Italiana di Ricerca Psicosomatica). Da un punto di vista musicale, la sua attività ha inizio a partire attorno alla metà degli anni ’70. Ha preso parte a formazioni e progetti dappertutto con i maggiori musicisti della scena del jazz contemporaneo e della musica improvvisata. Ha al suo attivo più di quaranta dischi registrati, scritti sulla musica, articoli sulla musicoterapia ed è inoltre un attento osservatore dei fenomeni sonori provenienti dalle varie società, collettività e etnie.

Per la Scuola di counseling centrato sulla vita si occuperà di Musicoterapia e counseling

Stefania De Cristofaro

Sono nata nel verde Molise, ma vivo a Pisa da un bel po’.

Mi definisco ‘operatrice creattiva’: creativa perché uso la creatività per guardarmi dentro e l’arteterapia per aiutare le persone, attiva perché contribuisco attivamente alle cause in cui credo.

Di formazione umanistica, laureata in Antropologia del mondo antico, intorno al 2000 comincio ad interessarmi alla tecnica audio, alla musica elettronica e all’arte digitale. Frequento vari corsi e workshops e nel 2006 svolgo un tirocinio formativo presso il teatro Politeama di Cascina nel settore tecnico audio/ video e illuminotecnica; poco dopo comincio a lavorare come tecnica teatrale.

Dal 2010, con il nome di tekiuen, realizzo installazioni partecipative e performance che nascono dall’interesse per la marginalità, i corpi non conformi e la ricerca di un senso del sé.

I miei lavori sono contraddistinti dalla semplicità dei materiali usati (spesso riciclati o trovati per caso) e dall’importanza della manualità; anche l’uso del computer, quando c’è, è visto più come mezzo che non fine, e le operazioni di editing e montaggio, soprattutto audio, vengono fatte con lo stesso spirito con cui si lavora manualmente al collage, usando campioni di suoni e parole.

Creo installazioni che coinvolgono lo spettatore in un’esperienza partecipativa; creando spazi fisici e mentali in cui è possibile predisporsi all’ascolto di modulazioni del proprio sé ed empatizzare con esperienze altrui.

Questa attitudine relazionale viene fuori ancora più chiara nelle performance, decido di coltivarla iscrivendomi alla Scuola di Arteterapia “La Cittadella” di Assisi e conseguo il titolo di arteterapeuta.

Considero l’arteterapia il tassello che mancava, la ciliegina sulla torta della mia formazione. L’antropologia, la competenza in ambito tecnico e la voglia di entrare in relazione finalmente possono dare insieme i loro frutti. Attraverso la creazione di setting terapeutici e di atmosfere che stimolano il processo creativo invito le persone a mettersi in gioco e, stando loro accanto, le aiuto a scoprire se stesse.

Sono socia ordinaria A.P.I.Ar.T. (Associazione Professionale Italiana Arte Terapeuti) al n. 549 e certificata ai sensi della norma UNI 11592 da FAC (FederazioneAssociazioni per la Certificazione) al n.326639 .

Lavoro sia in presenza che online creando percorsi individuali e laboratori di gruppo.

Ho fatto esperienza in ambito psichiatrico grazie all’associazione L’Alba di Pisa; collaboro da diversi anni con la Casa della Donna di Pisa e con il rifugio antispecista Ippoasi di San Piero a Grado.

Per la Scuola di counseling centrato sulla vita si occuperà di Arteterapia e counseling